Viaggiare per il mondo: la Giordania

La Giordania è una terra di contrasti e di enorme bellezza, uno dei Paesi a livello storico e culturale più affascinanti del Medio Oriente. Il Regno di Giordania fu  fondato da Re Abdullah I al termine della prima guerra mondiale e fu poi governato per 46 anni, fino al 1999,  da suo nipote Re Hussein, a cui successe  il figlio Re Abdullah II. Terra ricca di fascino e di storia, la Giordania ha giocato un ruolo importante nel commercio tra oriente e occidente grazie alla posizione geografica che la rende un crocevia tra Asia, Africa ed Europa. Questa terra, che ha ospitato i primi insediamenti umani, è oggi costellata di rovine delle più grandi civiltà dell’antichità. La Giordania ha ricoperto un ruolo fondamentale nei periodo dell’impero Romano, della Cristianità, dell’Islam e delle Crociate. La Giordania rappresenta da tempo una destinazione preferenziale per tutti coloro i quali desiderano visitare il Medio Oriente: è infatti un Regno molto più stabile e sicuro rispetto alle destinazioni poste in prossimità, all’interno del quale è possibile ammirare decine di attrazioni di straordinario valore storico e culturale.

Parlando delle principali cose da vedere in Giordania, non si può che partire da Petra, considerata una delle 7 meraviglie del mondo. Scavata nella roccia desertica in tempi antichissimi, è stata abbandonata nell’VIII secolo e riscoperta solamente ai primi dell’800 per merito delle esplorazioni dello svizzero Burckhardt. Dopo Petra, ci si può immergere nella magica vastità del deserto di Wadi Rum. Conosciuto anche come “Valle della Luna“, Wadi Rum è un paradiso per gli amanti dell’avventura e della natura incontaminata. Le massicce formazioni rocciose emergono dalla sabbia dorata, creando paesaggi epici che sembrano appartenere ad un altro mondo, con una distesa ininterrotta di stelle, sabbia e sole in cui vivono le tribù nomadi beduine. Un altro luogo da inserire nella lista delle cose da vedere in Giordania, è sicuramente il Mar Morto. E’ un lago salato, ed è considerato il punto più basso sulla terra perchè le sue rive si trovano a 400m sotto il livello del mare. Nel Mar Morto vi è un’altissima concentrazione di sale e questo fattore fa si che si possa galleggiare sulle sue acque. Un’altra particolarità del Mar Morto è data dai suoi fanghi, ricchi di minerali e di proprietà che fanno molto bene e per questo molto usati nei trattamenti per il corpo. Il clima in Giordania è principalmente arido e siccitoso con inverni abbastanza freddi per via dell’altitudine, ed estati molto calde e soleggiate. Il periodo migliore per organizzare un viaggio in Giordania infatti è durante le mezze stagioni: da marzo a giugno e da settembre a novembre. In questo modo si eviteranno le temperature roventi dell’estate e quelle rigide dell’inverno. 

Condividi!
Share on Facebook
Share on Twitter
Share on LinkedIn
Share on Pinterest