Radiofrequenza viso per l’inverno

Il freddo e gli sbalzi repentini della temperatura non fanno per niente bene alla pelle ma, anzi, possono trasformarsi in un fattore particolarmente irritante. Durante la stagione invernale il nostro derma è sottoposto a uno stress maggiore rispetto all’estate a causa del clima più rigido e, appunto, degli sbalzi di temperatura tra gli ambienti interni e quelli esterni. La pelle tende a seccarsi, a disidratarsi e, nei casi più gravi, a anche a screpolarsi. Per questo motivo è molto importante continuare a prendersi cura della propria pelle anche e soprattutto durante l’inverno.

Tra i trattamenti viso da fare durante la stagione invernale, uno dei più gettonati è sicuramente la radiofrequenza. E’un trattamento non invasivo e non doloroso che contrasta efficacemente i segni dell’invecchiamento cutaneo e consente di ottenere un duraturo miglioramento della qualità della pelle del corpo e del viso, attenuando con una certa stabilità i principali inestetismi che la riguardano come le rughe o le lassità. L’azione della radiofrequenza è determinata dalla configurazione degli elettrodi e dall’intensità di energia emessa. La configurazione degli elettrodi può essere predisposta in modalità capacitiva o resistiva, a seconda della zona da trattare e dal tipo di inestetismo. L’efficacia risulta proporzionale alla produzione di collagene stimolata dal trattamento che, essendo un meccanismo biologico su base individuale, richiede qualche tempo prima di manifestarsi. La durata nel tempo dei risultati dipende da molti fattori, fra cui l’età e lo stile di vita del paziente. Il trattamento potrà quindi essere personalizzato sulla base delle diverse richieste dei pazienti.

I principali effetti della radiofrequenza viso sono:

  • Aumento del tono cutaneo e muscolare
  • Ossigenazione dei tessuti
  • Effetto lifting
  • Drenaggio
Condividi!
Share on Facebook
Share on Twitter
Share on LinkedIn
Share on Pinterest