Lavare i dentini ai bambini

Quando devo iniziare a lavare i dentini al mio bambino? Di fatto dalla nascita!

Anche se i bambini appena nati non hanno denti fino a 6 mesi è importante abituarli alla pulizia delle gengive per instaurare il prima possibile l’abitudine all’igiene della bocca. Sarà sufficiente avvolgere una garzina umida attorno al dito, eventualmente in farmacia vendono appositi ditalini in tessuto colorati a forma di pupazzetti. Andrà fatto  dopo l’allattamento, sarà sufficente massaggiare una volta al giorno, delicatamente le gengive del neonato.

Quando inizia a spuntare il primo dentino e finché ci sono solo i dentini davanti (dai 6 ai 13 mesi), si può continuare ad usare la garzina inumidita che verrà strofinata sui dentini erotti. In alternativa (se vostro figlio se lo lascia fare), usate un piccolo spazzolino inumidito con cui detergere i dentini presenti. Non serve usare dentifricio fino ai 2 anni, ma se volete provare ad usarlo, ne basta veramente poco, ossia il quantitativo corrispondente a un chicco di riso dentifricio 0-6 anni senza fluoro. Dalla comparsa dei primi molaretti posteriori (dai 13 mesi) occorre pulire i dentini con un piccolo spazzolino inumidito e un chicco di riso di dentifricio “0-6 anni”.

 Il bambino all’inizio deve prendere confidenza  con lo spazzolino, ed è giusto che passi un po’ di tempo a giocarci, ma poi i genitori devono sfregarne le setole sulle superfici dei dentini posteriori e anteriori. I genitori dovranno controllare che non rimangano residui di cibo. Occorre usare pochissimo dentifricio (chicco di riso) e un dentifricio “0-6 anni”, che presenta una dose ideale di fluoro o usare un dentifricio senza fluoro. Già dopo i 13 mesi occorre lavare i dentini almeno 2 volte al giorno, prestando particolare attenzione alla sera, prima che vada a dormire ,se dovesse mangiare o bere bevande i dentini vanno lavati nuovamente.

Condividi!
Share on Facebook
Share on Twitter
Share on LinkedIn
Share on Pinterest