ItalianEnglishGermanFrench

Incontro con Verena Sommer, insegnante di Yoga e Meditazione

Verena Sommer, Insegnante di Yoga & YogaTherapy (650 ore), Istruttrice certificata di Meditazione Mindfulness Immaginale (300 ore), Facilitatrice di TraumaSensitiveYoga (TCTSY) (200 ore), Shinrin-Yoku Forest Therapy Guide, Animal Communicator.

Sono nata nella campagna zurighese nel 1962, dove ha avuto inizio la mia ricerca spirituale sin dalla prima infanzia. La natura era il mio primo rifugio, soprattutto nei momenti traumatici e l’amore della Natura non ha mai mancato di abbracciarmi e accogliermi senza riserve. Era la Natura stessa a concedermi un primo momento di risveglio spirituale importante, proprio nei momenti più bui e dolorosi che la vita può riservare nell’infanzia. Nella stessa epoca ho avuto i primi contatti con il Buddhismo e lo Yoga, tramite i rifugiati tibetani insediati vicino a casa. La loro serenità, il loro calore e la loro forza mi colpivano, sapendo della situazione di guerra che li aveva costretti a lasciare alle spalle la loro esistenza per ricominciare da zero proprio qui da noi.  Più tardi ho incontrato lungo la strada lo sciamanesimo, il mondo degli immaginalisti, varie pratiche psico-corporee, la medicina di Hammer, la metamedicina, ho raccolto nozioni della medicina cinese, lo Yoga e la medicina ayurvedica, etc, che tutte nel loro insieme hanno contribuito alla guarigione di corpo e animo. Non ho mai smesso di sapere nel mio profondo che la Natura era la mia più grande alleata e Maestra che non avrei mai voluto tradire. Ho incontrato poi il mio primo maestro tibetano e i miei formatori di Yoga e YogaTerapia, e nel buddhismo ho trovato conferme e spiegazioni delle esperienze iniziatiche ricevute nel bosco da piccola. All’età di quasi 50 anni ho deciso di abbandonare il mio lavoro retribuito, per dedicarmi a tempo pieno all’accompagnamento di persone che cercano la loro strada tramite lo Yoga e pratiche di consapevolezza affini. 

I miei maestri: Lama Khemsar Rinpoche, Remo Rittiner, Milena Rottmann, Maha Sambodhi Dharma Sangha, Selene Calloni-Williams, David Emerson e altri.

Buongiorno Signora Sommer, cos’è l’ AyurYoga ?

L’AyurYoga è uno stile di yoga che si appoggia molto alla medicina ayurvedica, l’antica medicina dell”India. Prima di tutto la pratica deve aumentare il benessere dell/a praticante, di modo da poter progredire poi nella pratica delle asana e della meditazione. A questo scopo l’AyurYoga sposa in se armoniosamente sia delle posture dinamiche che statiche, in sequenze intelligenti sempre variate. Ogni persona può avvicinarsi gradualmente e con i propri tempi alle posture, con l’aiuto dell’istruttore che aiuta ad adattare le posture ad ogni persona, età, costituzione, stato di salute e stile di vita. 

Come si svolge?

Proponiamo sedute di gruppo e sedute private. In genere ogni seduta di gruppo inizia con un momento di rilassamento profondo (Yoga Nidra), seguita da una sequenza di asana, e si conclude con un altro momento di rilassamento oppure con la meditazione. Nella seduta privata invece facciamo prima di tutto bene il punto della situazione della persona, per poi decidere come procedere con la pratica in base al bisogno individuale della persona. Viene poi data una pratica di asana, meditazione o respirazione da eseguire a casa per circa 2-3 settimane, fino al prossimo incontro privato.

Quali sono i benefici ?

Lo yoga dà davvero tanti benefici ad ogni livello fisico, psicologico e spirituale, difficile elencarli tutti. Forse i più immediati sono:  maggiore tranquillità, serenità e felicità, nonché concentrazione, serenità ed energia. Un aumento del piacere di vivere. Corpo e mente più liberi, flessibili e creativi, riduzione di stress, ansia e quindi tensioni fisiche, miglioramento del sonno, riduzione di dolori cronici come ad esempio mal di schiena, spalle, nuca etc, 

Che consigli dà a chi volesse avvicinarsi a questa interessante disciplina?

Prima di tutto consiglio alle persone di chiedersi cosa cercano nello yoga, e come mai proprio lo yoga e non una disciplina ginnica. È utile inoltre informarsi un pochino sui diversi stili di yoga che esistono, di modo da farsi un idea più chiara di ciò che cercano. Chiedere un colloquio telefonico con l’insegnante, chiedere che stile di yoga offre, che formazione ha svolto (una buona formazione fondata si può considerarsi a partire da 300 ore sull’arco di 2-3 anni tra insegnamento e pratica). Una persona che presenta problemi di salute o ernie del disco consiglio di lavorare con una persona che ha completato la formazione con la yogaterapia, che sarà in grado di accompagnarla anche in un processo di consapevolezza riguardo alla salute.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: DeaYoga

Condividi!

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on LinkedIn
Share on Pinterest