I sali di Schüssler

I sali di Schüssler sono prodotti naturali derivanti da sali inorganici diluiti omeopaticamente. Prendono il nome dal loro inventore, ossia il medico omeopata tedesco Dottor Wilhelm Heinrich Schüssler (1821-1898). Capita a tutti, specialmente in periodi particolarmente impegnativi (situazioni di stress fisico e mentale, gravidanze, allattamento, grandi cambiamenti), di non sentirsi troppo in forma, di avere un aspetto stanco, un colorito spento, una pelle arrossata e sciupata. O, peggio, di provare un senso di malessere e magari di manifestare una vera e propria patologia. È possibile che all’origine di questi problemi vi sia una carenza di uno o più sali in qualche zona del nostro organismo, segnalata attraverso sintomi precisi e, talvolta ancor prima, tramite segni visibili sul viso e sul corpo che un’analisi visuale consente di riconoscere e classificare. Il Dott. Schüssler ne individuò dodici, presenti nel sangue e nei tessuti umani. Secondo l’omeopata tedesco, ad ogni sale corrispondono sintomi e malattie causate dalla carenza del sale stesso. 

Ecco i dodici sali di Schüssler:

  • Calcium fluoratum (Fluoruro di calcio). Funziona per tutti quei disturbi in cui si rileva una perdita di elasticità, sia ossee che venose, dentali, ghiandolari o di altri organi. Indicato anche per combattere il catarro. Si tratta di un rimedio lento, da assumere per lunghi periodi.
  • Calcium phosphoricum (Fosfato acido di calcio). E’ un sale abbondante in tutto l’organismo, importante per l’apparato scheletrico, per la crescita e per la costituzione dell’organismo. Favorisce la formazione dei globuli rossi, è ricostituente e indicato in casi di anemia e poca tonicità.
  •  Calcium sulfuricum (Solfato di calcio). E’ un rimedio eccellente per guarire le infezione, poiché facilita la formazione e l’evacuazione di pus.
  • Ferrum phosphoricum (Fosfato di ferro). Si tratta di un ottimo rimedio delle sindromi febbrili e di molte affezioni infiammatorie (sinusiti, bronchiti, cistiti, etc.) acute. E’ ottimo in caso di traumatismi e dopo gli interventi chirurgici.
  • Kalium muriaticum o chloratum (Cloruro di potassio). Questo è un sale efficace negli stati catarrali cronici delle alte e basse vie respiratorie.
  • Kalium phosphoricum (Fosfato di potassio). E’ il sale specifico del sistema nervoso, si assume in caso di patologie neurologiche, come depressione, esaurimento nervoso; è anche indicato nella predisposizione dei bambini ad avere il sangue dal naso, nell’asma, nell’incontinenza urinaria, nell’insonnia e nella gastropatia nervosa.
  • Kalium sulfuricum (Solfato di potassio). Indicato per tutte le infiammazioni croniche. In generale, aiuta la disintossicazione dell’organismo; è indicato nelle bronchiti croniche, nella pertosse, in alcune affezioni della pelle, nei disturbi digestivi, nel catarro intestinale, nelle perdite vaginali e nelle congiuntiviti, ciclo mestruale irregolare.
  • Magnesium phosphoricum (Fosfato acido di magnesio).  E’ il rimedio antispastico per eccellenza, agisce anche in molti disturbi dei nervi. Indicato particolarmente nei soggetti molto nervosi dall’aspetto magro, asciutto e, a volte, emaciato.
  • Natrium muriaticum o chloratum (Cloruro di sodio). E’ un sale assolutamente essenziale per la vita, circa la metà del sodio totale si trova nel liquido extracellulare. La sua funzione è quella di regolare il grado di idratazione delle cellule ristabilendo l’equilibrio idrico dell’organismo. Agisce sul sistema linfatico, sul sangue, sul fegato, sulla milza e sulle mucose del tratto gastrointestinale.
  • Natrium phosphoricum (Solfato biacido di sodio). Ha la capacità di ridurre gli eccessi di zuccheri nel sangue o gli eccessi di acido lattico. Agisce anche a livello intestinale, ghiandolare e polmonare.
  • Natrium sulfuricum (Solfato sodico anidro). Agisce principalmente a livello epato-biliare e renale, è considerato un rimedio eccellente nell’influenza.
  • Silicea (Acido silicico). Importante per i tessuti dell’organismo, poiché ne aumenta la resistenza, indispensabile nella formazione dei capelli, della pelle e delle unghie. Particolarmente indicato anche in caso di infiammazioni sia acute che croniche.

I Sali di Schüssler intervengono per alleviare, prevenire, coadiuvare nella cura di vari disturbi.

Tra questi vi sono:

  • Disfunzioni del sistema scheletrico: come fragilità ossea, contratture, patologie della colonna vertebrale, nevralgie varie tra cui sciatalgia, o affezioni reumatiche delle articolazioni e fratture.
  • Disfunzioni del sistema nervoso, come spasmi e convulsioni, palpitazioni nervose.
  • Problemi dell’apparato respiratorio, come catarro, asma, pertosse, bronchite, sinusite o raffreddore.
  • Modificazioni dei tessuti, come infiammazioni di vario tipo (carie, varici, emorroidi, fistole, ferite, ematomi etc).
  • Indurimenti di organi, ipertrofia del fegato,  renella, gotta.
  • Per ripristinare l’equilibrio della pelle, in casi di edemi, dermatiti, vesciche, verruche.
  • Aiutano il sistema digestivo (anche nei bambini), intervenendo in caso di rigurgiti, eruttazioni, vomiti acidi, flatulenza, diarrea.
  • Utili anche nei casi di perdite vaginali, cistiti, disfunzioni della tiroide e in gravidanza.

Al momento non sono noti effetti collaterali dovuti all’assunzione di sali di Schüssler, così come non vi sono controindicazioni, fatto salvo per i casi di eventuali allergie o intolleranze  note a uno o più componenti (ad esempio, gli intolleranti al lattosio non possono assumere questi rimedi, poiché preparati mediante triturazione con lattosio).

Per ulteriori informazioni e approfondimenti, vi consigliamo di contattare e visitare: Farmacia Tosi

Condividi!

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on LinkedIn
Condividi su pinterest
Share on Pinterest