Anna Damonti ci parla di riflessologia

Anna Damonti si occupa di Riflessologia e Coaching. In Canton Ticino opera presso il Centro Pediatrico del Mendrisiotto a Mendrisio, presso la clinica Sant’Anna di Sorengo e a domicilio. Laureata in Scienze Infermieristiche, è Terapista Complementare, Riflessologa Facciale e Plantare e Coach Relazionale con Master in PNL, Operatore Reiki e Coromoterapia.

Buongiorno Signora Damonti, che cos’è la riflessologia?

La Riflessologia è un’arte, una scienza affascinante e una forma estremamente efficace di stimolazione. Si basa sulla teoria della stimolazione nervosa: l’esistenza di una relazione a catena tra le terminazioni nervose delle zone riflesse e l’organo in cui si localizza il disturbo. Queste terminazioni nervose, a seconda della pressione esercitata, portano l’informazione al cervello il quale, elaborandola, la trasferisce all’organo interessato. I riflessologi non isolano la malattia per tentare di eliminarne i sintomi, né agiscono in modo specifico su di un organo o un apparato che presenta disturbi, ma piuttosto operano sulla persona nella sua integralità, allo scopo di favorire l’insorgere di uno stato di equilibrio e armonia. Infatti, la riflessologia è una disciplina olistica che quindi considera l’individuo come un’entità inscindibile di corpo, mente e spirito. 

A chi si rivolge la Riflessologia?

La Riflessologia si rivolge a: Neonati, bambini, adulti, anziani. E’ ideale per tutti coloro che vogliono:

  • Effettuare una seria prevenzione
  • Curarsi senza effetti collaterali
  • Associare alle cure classiche tradizionali (chemioterapia, farmaci, ecc.) una terapia che non sia in contrasto con esse, generando un’ottima sinergia
  • Concedersi dei momenti di relax profondi e duraturi

Quali sono i principali benefici che apporta la riflessologia?

Notevoli miglioramenti spesso risolutivi si sono ottenuti nei seguenti casi:

  • Stati d’ansia, insonnia, disturbi dell’umore
  • Affaticamento fisico/mentale, iperattività, ipertensione, tachicardia
  • Mal di testa, nebbia cerebrale, deficit di attenzione
  • Dolori/parestesie in varie parti del corpo (es. schiena, gambe)
  • Ricorrenti dermatiti, psoriasi, orticarie, eczemi
  • Patologie ginecologiche (es. fertilità, anomalie del ciclo mestruale, vaginiti)
  • Ritenzione idrica (es. piede edematoso)
  • Disturbi urologici (es. minzioni frequenti, incontinenza urinaria)
  • Intestino pigro e/o infiammato (encopresi), mal di stomaco
  • Problemi otorinolaringoiatrici (es. riniti)
  • Occhi affaticati, strabismo

La Riflessologia viene rimborsata dalla Casse Malati?

La Riflessologia Plantare viene rimborsata della maggioranza delle Casse Malati Complementari.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Riflessoterapia – Coaching di Anna Damonti

Condividi!
Share on Facebook
Share on Twitter
Share on LinkedIn
Share on Pinterest